Sviluppo sostenibile: Laudato si'

L'ecologia integrale è il nuovo paradigma proposto da papa Francesco nella sua seconda enciclica Laudato si', sulla cura della Casa Comune.

enciclica papa Francesco Laudato Sì

L'ecologia integrale - capace di tenere insieme difesa dell'ambiente, giustizia sociale e valorizzazione delle culture - è il nuovo paradigma proposto da papa Francesco nella sua seconda enciclica Laudato si', sulla cura della Casa Comune.

Nei sei capitoli in cui il documento è diviso, il Papa evidenzia che la nostra terra, maltrattata e saccheggiata, richiede una “conversione ecologica” affinché l'umanità assuma la responsabilità di un impegno concreto per la sua protezione. Questo include lo sradicamento della miseria, l'attenzione per i poveri, l'accesso equo e universale alle risorse del pianeta, la cura delle “ricchezze culturali dell'umanità” (per esempio quelle delle “comunità aborigene”) e un miglioramento della qualità della vita urbana.
L'enciclica raccoglie, in un'ottica di collegialità, diverse riflessioni delle Conferenze episcopali del mondo e si conclude con due preghiere, una interreligiosa ed una cristiana, per la salvaguardia del creato.
«Dobbiamo riconoscere che non sempre noi cristiani abbiamo raccolto e fatto fruttare le ricchezze che Dio ci ha dato. [...] La spiritualità non è disgiunta dal proprio corpo, né dalla natura o dalle realtà di questo mondo, ma piuttosto vive con esse e in esse, in comunione con tutto ciò che ci circonda».
(Papa Francesco, Lettera Enciclica Laudato si', sulla cura della Casa Comune, pubblicata il 18 giugno 2015).

Con questo spirito, tante comunità cristiane sono attivamente impegnate a promuovere progetti di sviluppo rispettosi dell’ambiente e che favoriscono un rapporto armonioso con il creato. Anche l’opera di tanti missionari e missionarie, come mostrano i progetti pubblicati nelle pagine che seguono, si lascia ispirare da questa prospettiva, mostrando quanto siano «inseparabili la preoccupazione per la natura, la giustizia verso i poveri, l’impegno nella società e la pace interiore»


I progetti dei missionari.




cielo notturno stellato
Intimamente uniti a tutto ciò che esiste

Intimamente uniti a tutto ciò che esiste


Contemplando il cielo stellato, un sincero credente, impressionato e stupito da quello spettacolo, si interrogava sul valore della creatura umana dentro un universo immenso e ordinato: «Che cos’è l’essere umano perché di lui ti ricordi, un figlio d’uomo perché te ne curi? » (Sal 8,5).
E trovava risposta considerando ciò che Dio ha fatto quando ha creato il tutto:
«Gli hai dato potere sulle opere delle tue mani,
tutto hai posto sotto i suoi piedi:
tutte le greggi e gli armenti
e anche le bestie della campagna,
gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
ogni essere che percorre le vie dei mari
»
(Sal 8,7-9).
Dio ha affidato all’umanità la cura e la custodia dell’opera che Egli ha realizzato senza sforzo e per amore (Sap 11,24). A questo compito papa Francesco ha dedicato una importante enciclica, indicando quali sono gli atteggiamenti che consentono di attuarlo nel mondo contemporaneo: «Se noi ci accostiamo alla natura e all’ambiente senza questa apertura allo stupore e alla meraviglia, se non parliamo più il linguaggio della fraternità e della bellezza nella nostra relazione con il mondo, i nostri atteggiamenti saranno quelli del dominatore, del consumatore o del mero sfruttatore delle risorse naturali, incapace di porre un limite ai suoi interessi immediati. Viceversa, se noi ci sentiamo intimamente uniti a tutto ciò che esiste, la sobrietà e la cura scaturiranno in maniera spontanea» (Laudato Si’ 11).
Con questo spirito, tante comunità cristiane sono attivamente impegnate a promuovere progetti di sviluppo rispettosi dell’ambiente e che favoriscono un rapporto armonioso con il creato. Anche l’opera di tanti missionari e missionarie, come mostrano i progetti pubblicati nelle pagine che seguono, si lascia ispirare da questa prospettiva, mostrando quanto siano «inseparabili la preoccupazione per la natura, la giustizia verso i poveri, l’impegno nella società e la pace interiore» (LS10).
Don Flavio Dalla Vecchia
Presidente di Cuore Amico




Aggiornato il 23 giugno 2022  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed