Georgia: Anziani ammalati. Serve assistenza

In Georgia le Piccole Figlie di San Giuseppe chiedono risorse per proseguire nell'impegno di assistenza di anziani e ammalati.

Suora missionaria
Suor Loredana Monetti

I benefattori di Cuore Amico conoscono da tempo l'instancabile opera delle Piccole Figlie di San Giuseppe nella difficile realtà della Georgia, Paese posto tra le aspre montagne del Caucaso. Gli ultimi trent'anni sono stati densi di conflitti e violenze etniche, come la guerra nel 2008 della Russia per il possesso dell'Ossezia del Sud. In questi anni il contesto economico e sociale della Georgia non è affatto migliorato, anzi risulta gravemente deteriorato.
Innanzitutto dalla forzata “diaspora” delle donne georgiane, costrette a emigrare per trovare lavoro (spesso come badanti nei Paesi europei), sconvolgendo e frammentando i nuclei familiari. A farne le spese soprattutto gli anziani che, perduto il tradizionale ruolo “sacro”, si ritrovano soli, allontanati dalla famiglia e privi di ogni assistenza da parte dei propri cari. Inoltre le pensioni sono talmente basse (siamo nell'ordine dei 70 euro) da non consentire di acquistare nemmeno i farmaci di base. Per chi è allettato, poi, si pone il grave problema dell’assistenza domiciliare.
Questo il contesto in cui operano le congregazioni missionarie che necessitano di ogni possibile aiuto per andare incontro alla popolazione più vulnerabile e bisognosa di cura soprattutto oggi, nel post-pandemia e con una guerra che si combatte nelle vicinanze.




Suor Loredana Monetti ci ha raccontato come ha visto crescere il divario fra i ricchi e i poveri in 27 anni di missione in Georgia.


Dalla regione di Imereti ci ha interpellato suor Loredana Monetti delle Piccole Figlie di San Giuseppe e responsabile della Caritas di questa regione, una delle più povere della Georgia.
A Kutaisi, dove è attivo un centro medico della Caritas, si effettua assistenza ambulatoriale e domiciliare agli anziani che vivono sotto la soglia di povertà.
È necessario provvedere al costo delle visite mediche, alle medicine e al materiale igienico e sanitario per circa 250 persone, di cui 130 costretti a letto.
Ci scrive: «Abbiamo inviato varie richieste, ma fino a oggi tutti hanno risposto di non poterci aiutare. Bussiamo anche alla vostra porta: potete venirci incontro per mantenere vivo questo servizio per i più svantaggiati che sono senza possibilità di assistenza?».


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105477 | Aggiornato il 24 maggio 2022  da A. Nascosto email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Georgia

[Idp 104661 del 1 ottobre 2022]

assistenza anziani a domicilio Assistenza a domicilio per i nonni di Tblisi
In un Paese in cui non esiste il concetto di assistenza domiciliare, don Witold Szulczynski si prende cura di anziani che non riescono più a badare a se stessi.
Progetto: 104661 Progetto: 104661
Georgia

[Idp 105478 del 24 maggio 2022]

suore camilliane Anziani ammalati. Serve assistenza
In Georgia le Figlie di San Camillo chiedono risorse per proseguire nell’impegno di assistenza di anziani e ammalati.
Progetto: 105478
Georgia

[Idp 105268 del 25 ottobre 2021]

Emergenza freddo Georgia Contro il freddo pungente
Nella parrocchia di Santa Maria Assunta, a Tblisi, facciamo conoscenza con un'opera di misericordia rivolta ai poveri e ai senza tetto della città.
Progetto: 105268

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed