Georgia: Anziani ammalati. Serve assistenza

In Georgia le Figlie di San Camillo chiedono risorse per proseguire nell’impegno di assistenza di anziani e ammalati.

suore camilliane
Tutto ciò richiede il sostegno di coloro che, seguendo il richiamo del Vangelo, vedono nel povero e nel malato la figura di Gesù che dice: «Ciò che avete fatto a loro, l'avete fatto a me».

In Georgia, Paese posto tra le aspre montagne del Caucaso, nella regione di Shida Kartli, operano le Figlie di San Camillo. Gli ultimi trent'anni sono stati densi di conflitti e violenze etniche, come la guerra nel 2008 della Russia per il possesso dell’Ossezia del Sud. In questi anni il contesto economico e sociale non è affatto migliorato, anzi risulta gravemente deteriorato.
Innanzitutto dalla forzata “diaspora” delle donne georgiane, costrette a emigrare per trovare lavoro (spesso come badanti nei Paesi europei), sconvolgendo e frammentando i nuclei familiari.
A farne le spese soprattutto gli anziani che, perduto il tradizionale ruolo “sacro”, si ritrovano soli, allontanati dalla famiglia e privi di ogni assistenza da parte dei propri cari.


visita a domicilio degli anziani
Due suore camilliane in visita da Maria e Salomone

Inoltre le pensioni sono talmente basse (siamo nell'ordine dei 70 euro) da non consentire di acquistare nemmeno i farmaci di base. Per chi è allettato, poi, si pone il grave problema dell’assistenza domiciliare.
Questo il contesto in cui operano le Figlie di San Camillo che necessitano di ogni possibile aiuto per andare incontro alla popolazione più vulnerabile e bisognosa di cura soprattutto oggi, nel post-pandemia e con una guerra che si combatte nelle vicinanze.
La loro missione è al confine con l'Ossezia del Sud, occupata militarmente dai Russi nel 2008. In seguito a questo conflitto molte fabbriche sono state chiuse e tante famiglie hanno perso la casa e il lavoro.
Nella città di Gori e nei villaggi limitrofi suor Corina Mologon e le consorelle si adoperano per portare soccorso a famiglie senza cibo, vestiti, acqua, legna per cucinare e scaldarsi (essenziale in queste zone, anche d'estate): «È una situazione molto difficile, aggravata dalla vicina guerra tra Ucraina e Russia che ha generato un aumento dei prezzi di alimenti essenziali come pane e olio».


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105478 | Aggiornato il 24 maggio 2022  da F. Tagliaferri email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Georgia

[Idp 104661 del 1 ottobre 2022]

assistenza anziani a domicilio Assistenza a domicilio per i nonni di Tblisi
In un Paese in cui non esiste il concetto di assistenza domiciliare, don Witold Szulczynski si prende cura di anziani che non riescono più a badare a se stessi.
Progetto: 104661 Progetto: 104661
Georgia

[Idp 105477 del 24 maggio 2022]

Suora missionaria Anziani ammalati. Serve assistenza
In Georgia le Piccole Figlie di San Giuseppe chiedono risorse per proseguire nell'impegno di assistenza di anziani e ammalati.
Progetto: 105477 Link
Georgia

[Idp 105268 del 25 ottobre 2021]

Emergenza freddo Georgia Contro il freddo pungente
Nella parrocchia di Santa Maria Assunta, a Tblisi, facciamo conoscenza con un'opera di misericordia rivolta ai poveri e ai senza tetto della città.
Progetto: 105268

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed