Senegal: Un orto per le donne

Un gruppo di donne di un villaggio vicino alla missione di Elinkine vorrebbe tornare a coltivare la terra. Padre Favero intende aiutarle con un nuovo pozzo.

Donne povere del Senegal
Padre Bruno Favero con un gruppo di donne

Padre Bruno Favero, dei Missionari Oblati di Maria Immacolata, si trova da circa 30 anni in Senegal, 20 dei quali trascorsi nella Casamance, nel sud-est del Paese. I due anni di Covid 19 sono stati una vera calamità, non tanto per la malattia in quanto tale che nella zona non si è avvertita, ma per la grave crisi economica, soprattutto nel settore del turismo.
La Casamance, infatti, è un’area caratterizzata da un dedalo di canali e di isole dove il turismo aveva portato un certo livello di occupazione, sia nelle strutture locali di accoglienza sia nella pesca.


Terreno da coltivare
Il terreno ripulito ha ora bisogno di essere recintato

Da due anni non si vede alcun turista e la gente non riesce a trovare un’occupazione alternativa.
Anche l’agricoltura locale è in crisi a causa dell’esodo rurale e della salinizzazione dei suoli. Quest’anno poi sono mancate le piogge.
Per cercare di porre almeno un parziale rimedio a questa situazione, un gruppo di donne di un villaggio vicino alla missione di Elinkine ha proposto ai missionari di tornare a coltivare un terreno di un ettaro, abbandonato da anni per mancanza di recinzione, per avere qualche mezzo di sostentamento.
Anche se il villaggio è di religione musulmana, le relazioni con gli abitanti sono fraterne. Padre Favero intende riparare un pozzo esistente e scavarne uno nuovo da dotare di pompa e pannelli solari, castello e serbatoio sospeso per garantire l’acqua al progetto di formazione all’agricoltura delle donne del villaggio.
Servirebbe anche recintare il terreno che non è più stato coltivato proprio per la mancanza della recinzione a protezione del raccolto. Infine servirebbero innaffiatoi, semi e zappe.



Padre Flavio Facchin presenta ai benefattori di Cuore Amico il progetto di padre Bruno Favero per avviare orti delle donne in Senegal.


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105337 | Aggiornato il 22 dicembre 2021  da F. Tagliaferri email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Senegal

[Idp 105143 del 2 maggio 2021]

Il lavoro delle donne in Senegal cereali e un mortaio Una sgranatrice per sostenere le donne
Il miglio è l'alimento principale delle famiglie nelle zone rurali del Senegal. Ma prima che finisca sui piatti, la maggior parte del lavoro post-raccolto ricade sulle donne.
Progetto: 105143 Link
Senegal

[Idp 105144 del 2 maggio 2021]

Siccità in Africa costruire un pozzo contro emergenza acqua Un pozzo per le donne e i bambini
La siccità è uno dei grandi problemi del Senegal che ha provocato impoverimento delle coltivazioni e dell'allevamento, fragilità alimentare e generato importanti flussi migratori verso la capitale e verso l'estero.
Progetto: 105144
Senegal

[Idp 104940 del 22 ottobre 2020]

un pasto giornaliero ai bambini poveri senegal Una mensa per la scuola
I padri Oblati in Senegal vorrebbero aiutare i bambini del villaggio di Ndoffane a essere più presenti a scuola, ma occorre per questo costruire una cucina e una mensa.
Progetto: 104940

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed