Mozambico: Al Sud del Mozambico si agisce contro la siccità

In un territorio che ancora risente dell'abbandono della terra in seguito a trent'anni di guerra civile, si cerca di far rinascere l'agricoltura. Scavare un pozzo è la prima necessità.

Missionario in Mozambico
Don Pietro Parzani con alcuni bambini della parrocchia

Classe 1985, don Pietro Parzani è un sacerdote partito da Brescia nel 2018 per recarsi in Mozambico, prestando servizio come fidei donum nella diocesi di Inhambane.
Dopo i primi tre anni passati nella parrocchia di Morrumbene, oggi ha un nuovo incarico nella zona di Mapinhane, dove sarà rettore del Seminario minore e parroco.
È una realtà più arretrata e povera rispetto alla precedente e si trova in un territorio assetato.
Ci sono numerosi campi che sarebbe possibile coltivare ma molti sono abbandonati ed esposti al ciclico alternarsi di siccità e alluvioni.
Sarebbe importante renderli nuovamente produttivi, come conferma don Pietro: «Sono appena arrivato e non conosco ancora bene le necessità della gente, ma una cosa è certa: uno dei problemi maggiori è la carenza d'acqua. È un aspetto essenziale per la vita e in questa zona ce n'è un estremo bisogno. Quando piove si arriva a raccogliere l'acqua ovunque cada per non dispenderla. Per avere acqua da bere e far ripartire l’agricoltura, se pur di sussistenza, serve scavare un pozzo».




Don Pietro Parzani ci racconta la nuova sfida missionaria nella zona di Mapinhane


Per approfondire
Chi sono i fidei donum.
I Fidei donum (dal latino «dono di fede») sono presbiteri, diaconi, laici diocesani che vengono inviati a realizzare un servizio temporaneo (di norma da 3 a 15 anni) in un territorio di missione dove esiste già una diocesi. L'incarico prevede una convenzione stipulata tra il vescovo che invia, quello che riceve e il missionario stesso. L’espressione fidei donum è nata nel 1957 dall’omonima enciclica di papa Pio XII.


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105058 | Aggiornato il 1 marzo 2021  da A. Nascosto email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Mozambico

[Idp 105192 del 1 luglio 2021]

Suora missionaria in Mozambico Famiglie flagellate da fame, malattie e terroristi
Gli assalti dei gruppi radicali islamici, le conseguenze del ciclone Eloise e della pandemia di Covid-19 hanno causato morti innocenti e rifugiati privi di tutto.
Progetto: 105192 Progetto: 105192
Mozambico

[Idp 105034 del 1 marzo 2021]

Crisi umanitaria Mozambico Al Nord del Mozambico è emergenza profughi
Gli attacchi dei terroristi, le conseguenze dei tifoni e della pandemia di Covid-19 hanno generato una tragedia umanitaria: migliaia di sfollati si stanno spostando all'interno del Paese.
Progetto: 105034
Mozambico

[Idp 104473 del 1 novembre 2019]

Bambini poveri in Mozambico Un'officina meccanica per dare lavoro
Nel Paese africano visitato da papa Francesco, un missionario comboniano si propone di stimolare l'attività economica grazie a mano d'opera qualificata.
Progetto: 104473

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed