Cuore amico

Ciad: Chiese troppo piccole, necessarie aree di preghiera

Nelle missioni del Ciad si fa strada l’idea che per le funzioni sia necessario riunire i fedeli cristiani in apposite aree. Nelle chiese non c’è più posto.

Gesuita in Ciad
Padre Corrado Corti

Padre Corrado Corti, missionario gesuita, in Ciad dal 1956, è stato parroco nella diocesi di Sahr fino al 2013. Ora è guida spirituale e bibliotecario degli studenti del Collegio Charles Lwanga, la migliore scuola secondaria del Paese. Il suo appello a Cuore Amico riguarda la necessità di finanziare le cosiddette “aree di preghiera”.


Paesi poveri: Ciad
Un'area di preghiera in costruzione

Di che cosa si tratta?
I cristiani sono tanti e troppo numerosi per le chiesette e cappelle presenti nelle missioni. Si è pensato allora di realizzare, accanto alle prime chiese costruite dai missionari che restano come simbolo, ampie aree di preghiera delimitate da muretti e con alberi che garantiscono l'ombra, con all'interno panche in cemento.
L'altare, coperto da lamiere, è sistemato in posizione sopraelevata perché tutti lo possano vedere. Dietro di esso si erige un muro di fondo con immagini simboliche per dare il senso del luogo sacro.
Il ruolo degli alberi è doppiamente importante: contribuiscono a riparare dal sole implacabile e delimitano l'area di preghiera insieme al un muro di cinta.



Padre Corrado Corti racconta come il numero sempre crescente di fedeli che vogliono partecipare alle Sante Messe stia cambiando il modo di "costruire" luoghi sacri in Africa.


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 104499 | Aggiornato il 1 novembre 2019  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Ciad

[Idp 104962 del 22 ottobre 2020]

Missionario in Ciad presso istituto agrario Un pozzo a N'Djamena
Padre Marco Vailati, comboniano comasco, chiede di sostenere la costruzione di un pozzo per garantire l’acqua alla scuola agraria di N'Djamena.
Progetto: 104962 Progetto: 104962
Ciad

[Idp 104544 del 1 dicembre 2019]

Bambini poveri in Ciad Aule di mattoni per i bambini africani
Nel villaggio di Goz Beida in Ciad i Padri Comboniani vogliono sostituire le baracche di paglia con aule in mattoni per garantire una scuola dignitosa a 200 bambini africani.
Progetto: 104544
Ciad

[Idp 104361 del 1 settembre 2019]

carrozzine disabili aiuti umanitari Carrozzelle per i disabili
In Ciad, fratel Pietro Rusconi, missionario gesuita, è impegnato a favore della popolazione per rendere più agevole la vita a chi non ha i mezzi per affrontarla. Soprattutto ai disabili, per i quali ha ideato delle carrozzelle speciali.
Progetto: 104361 Link

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed