Camerun: Dispensari per migliorare il sistema sanitario

Ilaria Tinelli Mouafon, responsabile dei centri di salute della Diocesi di Sangmelima, ci chiede un aiuto per acquistare materiale sanitario di base e attrezzature per la maternità e la piccola chirurgia.

bambino povero Camerun
Un piccolo paziente dei dispensari

Abbiamo capito in Italia con il Covid-19 l’importanza di un sistema sanitario accessibile a tutti e dotato delle necessarie attrezzature. Abbiamo anche subìto le conseguenze tragiche quando uno di questi presupposti viene meno.
Questa è invece la condizione usuale in Camerun, dove il sistema sanitario è totalmente privatizzato. Negli ospedali c’è, molto spesso, carenza di dotazioni essenziali per assistere i pazienti. Le cure, anche di base, sono a pagamento e la maggioranza della popolazione non vi ha accesso, non potendoselo permettere.


Corso di formazione
I volontari della Diocesi tengono lezioni di igiene e cura nei dispensari

«Se stai davvero male e devi andare in ospedale devi anzitutto avere soldi: per la visita, per fare un’iniezione, per i medicinali e, perfino, per prendere la temperatura con il termometro. Ogni giorno vedo con i miei occhi pazienti che rischiano la vita ». Sono le parole di Ilaria Tinelli, missionaria laica nella regione del Camerun meridionale dove, per la Diocesi di Sangmelima, coordina 13 dispensari nei quali si offrono cure mediche gratuite, o quasi, alla popolazione.
In questi centri, che si trovano spesso nella foresta, medici e infermieri sono impegnati ogni giorno a salvare vite umane con attrezzature inefficienti o usurate, quando poi non mancano del tutto.
«La Diocesi non dispone di risorse sufficienti e abbiamo bisogno di materiale per i medicamenti e medicine. Ma anche di letti e materassi, bilance per neonati e lettini per partorienti. Ho pensato che Cuore Amico potesse aiutarmi a migliorare le condizioni di cura per la popolazione di Sangmelima e, per questo, mi rivolgo a voi con fiducia».


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105091  | Aggiornato il 1 aprile 2021  da L.Giacopuzzi email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Camerun

[Idp 105474 del 21 luglio 2022]

Piscicoltura Pesci contro la povertà
Il vescovo di Kribi vorrebbe riscattare la situazione dei giovani del quartiere di Mpalla, poveri e analfabeti, dando vita a un allevamento di pesci commestibili.
Progetto: 105474 Progetto: 105474
Camerun

[Idp 105287 del 21 marzo 2022]

Suora dorotea in Camerun Una nuova casa dopo lo sfratto
Suor Clara Zanatta, fondatrice della Casa-Famiglia “San Francesco d'Assisi”, vorrebbe costruire un nuovo edificio per i suoi bambini, ma ha bisogno d'aiuto.
Progetto: 105287
Camerun

[Idp 105323 del 22 novembre 2021]

Suore missionarie in Camerun Acqua buona per il nido
Nel quartiere di Bertoua, le suore Domenicane pensano di costruire un asilo nido e una scuola materna per aiutare le mamme che lavorano. Per cominciare servirebbe un pozzo per avere acqua pulita.
Progetto: 105323

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed