Repubblica Centrafricana: Educare i bambini per dare loro un futuro

A Bokaranga, un piccolo villaggio di 16mila abitanti, la missione delle Suore della Carità cerca di dare un futuro ai bambini soldato, vittime senza diritti nel martoriato Centrafrica.

Bambino soldato in Africa
«Quanti bambini soldato e giovani vediamo, con in mano un fucile!»

«Quanti bambini soldato e giovani vediamo, con in mano un fucile!». È con questa esclamazione che suor Maria Elena Berini, della comunità centrafricana delle Suore della Carità, introduce la lettera con la quale chiede un aiuto a Cuore Amico.
La Repubblica Centrafricana è il Paese in cui papa Francesco ha aperto la prima Porta Santa del Giubileo della Misericordia (2015). Dal 2004 al 2019 è stata attraversata da due guerre civili che hanno devastato con inaudite violenze la vita della popolazione. In un contesto così disastrato è emerso anche il fenomeno dei bambini soldato. Infatti i diversi gruppi armati attivi durante i conflitti (se ne contano 14) hanno reclutato migliaia di minorenni, impiegandoli nelle azioni di guerra. Oggi, a più di un anno dalla firma dell’accordo di pace tra il governo dell'Africa Centrale e le parti in conflitto, sono ancora tanti i bambini che rimangono associati a gruppi e forze armate. Molti sono arrestati o detenuti per questo.
Suor Maria Elena, con le consorelle, è impegnata in un'attività di recupero di questi ragazzi e giovani che, spesso, sono pronti a depositare le armi se trovano un’alternativa di vita che consenta loro di costruirsi un futuro migliore, riprendendo gli studi scolastici interrotti.
Nella scuola superiore Bakhita-Némésia vengono accolti e seguiti con particolare attenzione, perché occorre riequilibrare la loro personalità rimuovendo le violenze fatte o subite. Occorre però offrire occasioni di cultura e momenti di riflessione, donando loro libri e quaderni. Educare i bambini offre a loro e alle loro comunità una speranza di futuro.



Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 104881 | Aggiornato il 24 luglio 2020  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Repubblica Centrafricana

[Idp 105456 del 26 aprile 2022]

Campo di mais Il lavoro nei campi per recuperare i bambini-soldato
Un progetto agricolo per recuperare ragazzi dall’infanzia distrutta: le suore della Carità di Santa Antida da Thouret vogliono coltivare non solo la terra, ma anche la speranza.
Progetto: 105456 Progetto: 105456
Repubblica Centrafricana

[Idp 102929 del 24 gennaio 2022]

Missionario Comboniano Sante Messe per i missionari
In un Paese in cui regnano instabilità, colpi di stato e ribellioni armate, aiutiamo padre Gianantonio, che ha più di ottant’anni, nel suo apostolato in una zona che si trova sulla linea del fuoco.
Progetto: 102929 Progetto: 102929 Link
Repubblica Centrafricana

[Idp 105014 del 19 gennaio 2021]

Missionario Repubblica Centrafricana Comunicare il Vangelo attraverso i mass media
È possibile aiutare e sostenere la missione attraverso i mass media? Sicuramente sì. Padre Fabrizio Colombo, missionario Comboniano, ci racconta il suo impegno per diffondere l’uso della radio nelle diocesi africane.
Progetto: 105014

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed