Cuore amico

Bescia, 23 ottobre 2010: XX Premio Cuore Amico 2010

Images

Il Premio, giunto alla ventesima edizione, si è tenuto il 23 Ottobre 2010 alle ore 9.30 nella Chiesa di San Cristo presso i Padri Saveriani di Brescia.
Ogni anno vengono segnalate figure esemplari di missionari (sacerdoti e religiosi, suore e laici) per la loro opera di evangelizzazione, di promozione e sviluppo nel mondo. La sede di consegna è stata la Chiesa di San Cristo presso i Padri Saveriani in via Giovanni Piamarta 9 a Brescia.

I premiati:

- Congregazione dei Padri Somaschi
- Suor Eleonora Liberini
- Dott.ssa Luisa Flisi



PREMIO CUORE AMICO: DA VENT'ANNI A FIANCO DEI MISSIONARI
Sono trascorsi vent'anni da quando Cuore Amico, in occasione del proprio decennale, istituì un “Premio missionario” con il quale ogni anno viene sottolineata l’opera di persone che hanno scelto di dedicare la loro vita agli altri in terre lontane.
Per il 2010 sono stati scelti per i sacerdoti la Congregazione dei Padri Somaschi; per le religiose Suor Eleonora Liberini della Congregazione delle Suore di Maria Bambina e per i laici Luisa Flisi della diocesi di Parma.
Don Mario Pasini, fondatore di Cuore Amico, nel numero di ottobre 1991 della nostra Rivista scriveva: “Scopo del Premio non è tanto l’aiuto economico ai missionari - grazie alla generosità dei benefattori ogni anno distribuiamo milioni di euro -, ma di richiamare l’attenzione, e quindi l’impegno degli italiani, su questa silenziosa ma grandiosa opera della Chiesa per la promozione dei poveri nel mondo". Sottolineava ancora don Mario, con parole che sono più attuali che mai: "L’attività missionaria, pur essendo squisitamente religiosa, è insieme altamente umanitaria perché il messaggio liberatore del Vangelo non viene annunciato solo attraverso la predicazione verbale, ma con una serie di opere concrete che sono le scuole, da quelle elementari alle professionali, gli ambulatori, gli ospedali, gli acquedotti, i pozzi e tutte le iniziative che creano la base indispensabile per liberare i popoli del Terzo Mondo dalla fame, dall'ignoranza e dalle malattie”.
Ed aggiungeva: “Un’attività, quella missionaria, di concreta promozione umana e di autentica civiltà che rappresenta, di fronte al mondo, la pagina più fulgida della Chiesa.
Il Premio, almeno per ora, è destinato ai Missionari italiani e vuol far conoscere queste storie di vita bellissime che fanno onore all'Italia.
In questa società afflitta da autoflagellazione, più portata a sottolineare i propri difetti, è altamente educativo far conoscere pagine di generosità umana oltre che cristiana, scritte silenziosamente da migliaia di missionari e da milioni di cittadini italiani che, senza salire in cattedra e senza tanti proclami, con i loro sacrifici personali, fanno dell'Italia, in proporzione alla sua popolazione, il Paese più generoso verso il Terzo Mondo. La finalità del Premio rientra a pieno titolo nell'attività missionaria che è I'impegno di Cuore Amico. Da questa maggior conoscenza delle opere è lecito attendersi un aumento di sostegno concreto. Il Premio di “Cuore Amico”, al di là del suo evidente valore di riconoscimento morale ai missionari, va visto come un investimento per ottenere una ulteriore crescita dell'impegno degli italiani per i Paesi più poveri del mondo”.




Id progetto: Premio Cuore Amico | Aggiornato il 22 ottobre 2010  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscriviti alla Newsletter

Riceverai ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed