Brasile: La lingua è l'identità

Il 21 febbraio è la giornata mondiale della lingua madre. Nella zona amazzonica aiutiamo i giovani indios a conservare la loro ricchezza culturale.

bambini poveri indios Brasile
Per i bambini indios brasiliani la lingua madre è l'identità

Nella zona amazzonica le Figlie di Maria Ausiliatrice si adoperano per salvaguardare la ricchezza culturale degli indios anche attraverso la conservazione della loro lingua.

Posta a nord del territorio brasiliano, l'Amazzonia è una vastissima pianura quasi interamente ricoperta da foreste pluviali. Lungo uno dei numerosi fiumi che l’attraversano, il Rio Negro, vi sono popolazioni indios che vivono ancora in modo primitivo: cacciano, pescano e praticano agricoltura di sussistenza.
Conservano le tradizioni orali, la mitologia, le conoscenze sulla salute e sulla medicina alternativa dei loro avi. Non hanno però accesso ai poteri pubblici e si trovano in situazione di esclusione sociale, data anche dalle grandi distanze geografiche di questo territorio, dove si vive sulle rive del fiume che funge da strada.
È un contesto in cui forte è la crisi di valori che colpisce soprattutto le giovani generazioni, confuse e disorientate dai tanti stimoli del mondo del consumismo contrapposti alle proprie radici culturali. A Santa Isabel do Rio Negro tanti sono i bambini, gli adolescenti e i giovani che non riescono a terminare gli studi, che migrano o che si prostituiscono in cambio di soldi o alimenti. Il consumo della droga è allarmante e, spesso, è visto come mezzo per eliminare la tristezza e la mancanza di prospettive. Questa crisi è una delle cause alla radice dei frequenti suicidi che si verificano tra i giovani indigeni.
Le Figlie di Maria Ausiliatrice presenti a Santa Isabel sono impegnate a dare loro supporto sociale ed educativo che prevede, oltre a un rinforzo scolastico, anche un’attenzione specifica alla conoscenza della lingua madre e delle proprie radici culturali. È un lavoro impegnativo che rappresenta un fondamentale punto di riferimento per la popolazione locale, e che va sostenuto.



Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 104615 | Aggiornato il 1 febbraio 2020  da Agnese Nascosto email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Brasile

[Idp 105447 del 20 marzo 2022]

suora salesiana Nel parque degli indigeni
Da Manaus una richiesta di aiuto da parte di suor Maria Luisa Ramello, da quasi sessant’anni a servizio dei poveri in Brasile.
Progetto: 105447 Progetto: 105447
Brasile

[Idp 105410 del 25 febbraio 2022]

Don Felice Bontempi Nel solco di pé Felix
Don Felice era un missionario che faceva tanto. Non amava parlare di sé stesso ma ha seminato felicità e amore in tante persone che oggi lo ricordano con affetto e portano avanti la sua missione in Brasile.
Progetto: 105410 Progetto: 105410 Link
Brasile

[Idp 105343 del 22 dicembre 2021]

Malati di lebbra Il medico degli Indios nel cuore della foresta
Gabriele Lonardi, da tanti anni, con spedizioni lunghissime cura i malati di lebbra non solo nell’Amazzonia brasiliana. Servono medicine per la sua straordinaria missione.
Progetto: 105343 Link

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed