Cuore amico

Il Covid-19 in Africa : Un aiuto ai più poveri contro il virus

Dall'Africa ci hanno scritto i missionari che vivono tra i più bisognosi senza difese per arginare il diffondersi della pandemia da covid-19

Emergenza coronavirus Africa
Una cosa che abbiamo sicuramente imparato in questa triste e difficile emergenza sanitaria è che siamo un'unica grande famiglia.

Anche in Africa, già afflitta da una infinita serie di calamità naturali e gravata da problematiche economiche e sociali, l'infezione da coronavirus sta facendo il suo corso come nel resto del mondo.
Ma in questi Paesi la mancanza di acqua corrente ed energia elettrica e le situazioni abitative precarie ed affollate in cui vivono i poveri rischiano di accelerare il contagio, rendendo difficile l'applicazione delle basilari norme di prevenzione, come il lavarsi le mani o l'isolamento domestico.
In molti villaggi c'è carenza di acqua, molte persone non riusciranno ad avere il gel disinfettante, il distanziamento sociale è difficile da rispettare nelle sovraffollate città del continente, così come è quasi impossibile il confinamento nelle famiglie africane, dove molte generazioni vivono insieme nello stesso spazio. Ci si domanda inoltre come potranno essere protetti gli anziani, la parte più vulnerabile della popolazione.

A questo si deve sommare la totale inadeguatezza o assenza di dispositivi di protezione e un sistema sanitario privo di attrezzature e personale esperto in grado di far fronte ad un’emergenza così dirompente.
Basti pensare che in Africa c'è meno di un letto di ospedale per ogni mille abitanti e un medico ogni 10mila.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha rivolto un appello urgente alla comunità internazionale perchè aiuti l'Africa colpita dal Coronavirus, intervenendo per rafforzare il sistema sanitario, garantire il rifornimento alimentare ed evitare una crisi finanziaria. Il diffondersi dell'epidemia da Covid-19 aggraverà le disuguaglianze già presenti da tempo nel continente ed aumenterà il numero di persone che soffrono le fame, la malnutrizione e che sono vulnerabili alle malattie.

Naturalmente le prime vittime sono i poveri e i meno fortunati, per i quali il rischio non è solo sanitario ma anche alimentare. Chi vive in povertà rischia oggi di morire di fame..

È il momento della solidarietà.

Sostieni con un piccolo aiuto il lavoro dei missionari e dei medici in Africa contribuendo a dotare la popolazione e gli ospedali di materiale sanitario e generi di prima necessità.

Il lavoro dei medici e dei missionari in aiuto della gente non può fermarsi.
Aiutiamoli a dotarsi di:


Dispositivi di protezione personale
Farina, sale, zucchero, olio


Sostieni i missionari che chiedono aiuto in Africa

Suore Benedettine della Divina Provvidenza
Guinea Bissau. Il coronavirus si accanisce sui più poveri. A Bissalanca aiutiamo le suore Benedettine della Divina Provvidenza e i bambini della loro scuola.
suore Comboniane eritree
Eritrea. Il coronavirus si accanisce sui più poveri. Ad Asmara aiutiamo le suore Comboniane a distribuire cibo e prodotti igienici.
bambini poveri benin
Benin. Suor Edileuza, religiosa delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori, chiede sostegno per migliorare le condizioni igienico-sanitarie della popolazione del villaggio di Peporiyakou.
baraccopoli di Nairobi
Kenya. Da Nairobi il dottor Gianfranco Morino ci esprime la sua preoccupazione per la situazione nelle baraccopoli di Nairobi.
famiglie alla fame
Etiopia. Da Gubrye suor Rosaria Assandri scrive: «Con questo problema del coronavirus ci troviamo a dover sfamare centinaia di famiglie alla fame!»




Aggiornato il 26 agosto 2020  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed