Cuore amico

Camerun: Fundation Betlemme Maroua

La «Fondation Bethléem» si trova a Mouda, un villaggio a 33 Km. da Maroua, il capoluogo della provincia dell'Estremo Nord del Camerun. Nasce nel 1997 per opera di Padre Danilo Fenaroli del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime).

Centro accoglienza disabili e cure disabili Camerun

Referente: Padre Danilo Fenaroli
Congregazione: Pime - Pontificio Istituto Missioni Estere

La dedizione, l'accudimento, la custodia generano luoghi ospitali in cui rifioriscono quanti non aspettano altro che un gesto di tenerezza e una casa in cui abitare. è quello che succede al Centro Bethléem a Mouda, villaggio nell’estremo nord del Camerun, una delle regioni più povere del continente africano, avvilita dalla presenza dei terroristi di Boko Haram. Le persone con disabilità in queste zone sono il 5% della popolazione, ma i disabili sono considerati vittime di maledizione e non esistono strutture a loro dedicate. Proprio per dare assistenza, cure mediche ed educazione ai bambini e ai disabili fisici e mentali, padre Danilo Fenaroli, missionario del Pime, nel 1990 fonda il Centro che negli anni, come un piccolo formicaio, cresce sempre tentando di essere struttura "aperta” verso il territorio e i villaggi limitrofi.
Oggi il centro ospita 300 bambini e giovani seguiti da insegnanti, medici, fisioterapisti, infermieri, assistenti sociali all’interno di un asilo nido residenziale, che accoglie 80 neonati orfani di mamma (morta durante o subito dopo il parto), una scuola dell’infanzia e una elementare, per bambini disabili e non, una scuola di formazione per insegnare un mestiere ai giovani, una casa di accoglienza, un'infermeria, un centro di rieducazione e un centro di riabilitazione fisioterapica per dare cure e accoglienza a bambini e adulti con disabilità.


Adozioni a distanza Camerun

E' un'opera sociale privata, con scopo non lucrativo legalmente riconosciuta dal Ministero degli Affari Sociali Camerunese dal 13 gennaio 2000, appartenente al Pime e alla associazione dei Silenziosi Operai della Croce (Sodc).
Il centro accoglie con modalità residenziale bambini orfani, persone disabili e vedove. Realizza corsi di formazione e attività professionale in diversi settori: artigianato(sculture in legno, batik, sartoria, oggettistica in cuoio...), falegnameria, saldatura, e gestisce una fattoria.

Per approfondire: La paziente tessitura dell’amore
da "L'Osservatore Romano" del 30 luglio 2020 - Testo di Cristina Uguccioni.


Sostegno a distanzaIl sostegno a distanza

Il sostegno a distanza favorisce la crescita e lo sviluppo di bambine e bambini in diversi paesi del mondo attraverso un simbolico gemellaggio. Aderire significa impegnarsi a seguire il piccolo durante il periodo della scuola ma, non è un contratto. Il benefattore ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento.

I missionari, attraverso Cuore Amico, provvederanno a inviare al benefattore fotografie, pagelle, lettere, disegni o lavoretti a testimonianza del percorso di crescita.

Per un bambino o bambina bastano 300 euro all'anno, anche a rate.


È anche possibile fare una donazione per questo progetto missionario senza attivare il sostegno a distanza indicando nella causale "Una tantum". Per informazioni chiamaci in orario d'ufficio allo 030 3757396

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 100105 | Aggiornato il 31 dicembre 2020  da Sostegni a distanza email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed