Cuore amico

Ruhengeri (Ruanda): Appunti dal viaggio al Santuario

Ogni giorno del 2019 nel Santuario Notre Dame de Fatima a Ruhengeri viene celebrata la Santa Messa per i benefattori vivi o defunti di Cuore Amico.

Santuario di Ruhengeri
la grande corona del Rosario sul prato del Santuario

Ave Maria. Una preghiera che unisce.
Ai piedi della collina che ospita la Cattedrale di Ruhengeri, sul prato verde che unisce le gradinate al Santuario di Notre Dame de Fatima è ben visibile un grande Rosario. Una corona di dischi bianchi e azzurri molto amata dai fedeli, poiché tutte le parrocchie della diocesi hanno voluto contribuire per realizzarne le perle.
La preghiera del Santo Rosario, ce lo diceva anche papa Giovanni Paolo II, è uno strumento, una via concreta - personale e della famiglia - per vivere con Gesù, per "rimanere" con lui e la Madre sua in serena compagnia e amicizia. Un'amicizia che unisce i cattolici di tutto il mondo. Al Santuario di Ruhengeri, sin dalle prime luci dell'alba, è possibile recarsi all'interno della piccola cappella che sta al centro del prato.
Qui si prega in silenzio, oppure, tutti assieme quando si sente il primo "Ndakuramutsa Mariya" (Ave Maria) detto ad alta voce. Lo sguardo è rivolto alla statua della Madonna posta sulla sinistra, davanti a una grande vetrata e visibile anche dall'esterno. Non è raro quindi vedere gruppi di fedeli che recitano il Santo Rosario seduti sulle gradinate ricavate sul crinale della collina. Da qui si può contemplare anche l'orizzonte disegnato dalle mille colline del Ruanda e viene naturale pensare che, quando si prega, non si è mai da soli.


Santuario di Ruhengeri
Appena il pellegrino entra in questo luogo cambia tutta la sua prospettiva

Un piccolo grande luogo di preghiera.
Il Santuario di Notre Dame de Fatima a Ruhengeri si trova in un grande complesso formato da edifici a carattere sia religioso che sociale. Al centro la maestosa collina che, sulla sommità, ospita la Cattedrale. Tutto attorno le scuole, frequentate da moltissimi bambini, un Centro pastorale per ospitare i pellegrini e la casa dei sacerdoti.
E poi il convento delle suore di San Vincenzo e una grande Sala della comunità dove si esibiscono anche le numerose corali che animano tutte le Sante Messe in Cattedrale. Il complesso è veramente molto esteso. Il santuario stesso è circondato dalle scalinate ricavate sul crinale della collina, dal grande prato verde e da un palco che ospita l'altare per le grandi cerimonie diocesane che attirano migliaia di fedeli.
Per contro, l'edificio che ospita la statua di Nostra Signora di Fatima è piccolo. Ci si arriva da un vialetto con le siepi e, oltrepassata la porta a vetri, si è subito nella cappellina. A pochi metri c'è il piccolo altare. Sei sono le file composte da una decina di sedie e a terra sono allineati alcuni tappeti blu, perché qui si entra sempre senza le scarpe.
E appena il pellegrino entra in questo luogo cambia tutta la sua prospettiva.
Non si è più nel grande Santuario ma a casa, con la Mamma dal dolce sorriso accogliente ad ascoltare le paure e i dubbi di ognuno. Ave Maria!


Santa Messa Ruanda
Partecipare alla Messa significa soprattutto celebrare cantando

La gioia è un dono del Signore
Secondo le statistiche riportate dal sito della Diocesi di Ruhengeri, i cattolici sono il 42,8% della popolazione. In tutte le parrocchie della diocesi vengono regolarmente attuati vari programmi per aiutare i fedeli ad approfondire la propria fede.
I cattolici qui sono molto praticanti e si raccolgono sempre numerosi, specialmente la domenica, in diversi luoghi di culto per l’Eucarestia o, quando non c’è il sacerdote, per il culto della Parola guidato dai catechisti.
Anche il Santuario di Notre Dame de Fatima è molto frequentato e una S.Messa viene celebrata tutti i giorni alle ore 17.30.
È la Messa per i benefattori di Cuore Amico!
Ma la domenica il piccolo edificio da solo non può contenere le centinaia di pellegrini che arrivano da tutta la diocesi e la Messa viene celebrata nel parco, con i fedeli assiepati sulle gradinate realizzate sul fianco della collina, o nella vicina cattedrale anch'essa dedicata alla Madonna di Fatima.
Partecipare alla Messa, in tutte le chiese del Ruanda, significa soprattutto celebrare cantando: ogni momento della funzione è accompagnato dal canto dei fedeli e tutte le canzoni sono scandite dal battito delle mani.
Nella Cattedrale di Ruhengeri, in particolare, si assiste ad una vera e propria gara tra le corali che animano le Messe al suono dell’organo e al ritmo del tamburo e non è raro assistere anche alla processione dei bambini che entrano in chiesa danzando per dare inizio alla celebrazione.
Nei canti e nei balli prendono corpo le parole di papa Francesco: «Il cristiano è un uomo e una donna di gioia, non un sentimento effimero, ma un dono del Signore che riempie da dentro».

La gioia del pellegrino
Era il 13 maggio 1917 quando Lucia, Francesco e Giacinta, tre bambini che vivevano in un paesino in Portogallo, videro su un leccio «una Signora tutta vestita di bianco, più splendente del sole». Da allora molte chiese in tutto il mondo hanno scelto come patrona la Nostra Signora di Fatima. Anche la Diocesi di Ruhengeri lo ha fatto e ogni anno, il 13 maggio anche il Santuario di Notre Dame de Fatima diventa meta di moltissimi fedeli che provengono da tutta la diocesi che si estende per 1.762 chilometri quadrati.
In Ruanda, per gli spostamenti quotidiani, sono pochissimi quelli che possono permettersi di utilizzare una macchina e, quindi, la maggior parte dei fedeli giunge a piedi dai villaggi fino alla strada principale che attraversa il Paese. Da qui si può prendere un velo-taxi, una bicicletta con conducente, oppure salire su un pulmino che può trasportare fino a nove persone (anche se sono sempre qualcuna in più).
Viene quindi spontaneo, anche alle parrocchie più lontane, organizzare per la festa della Patrona un pellegrinaggio comunitario a piedi verso il Santuario, partendo anche con giorni di anticipo.
Il Ruanda è caratterizzato da un territorio collinare e dopo un lungo cammino, fatto di salite e discese, raggiungere la meta riempie il cuore di gioia.
Come sanno tutti i pellegrini del mondo, quando si percorre l'ultima salita e la meta è ormai raggiunta, la gioia dell'incontro ripaga di tutte le fatiche affrontate.


Come aderire alla Santa Messa

A tutti coloro che invieranno una offerta per la Santa Messa quotidiana verrà inviata la pagellina (dell'anno in corso) con la preghiera.

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 104154 | Aggiornato il 1 settembre 2019  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscriviti alla Newsletter

Riceverai ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed