La scuola è un diritto: Bambini, tutti in classe!

In molti Paesi la scuola non è ancora garantita a tutti e, in questo momento, la situazione è ancora più complicata. Ecco perché dedichiamo attenzione ad alcune richieste giunte dai missionari.

Ricomincia la scuola
Tutti in classe!

L'Onu ha sancito il diritto all’istruzione nella Dichiarazione dei diritti dell’uomo del 1948, lo stesso anno in cui la Costituzione italiana introduceva, nell’articolo 34, il diritto allo studio, garanzia per tutti i ragazzi, anche se privi di mezzi, di raggiungere i livelli più alti di istruzione.
Un principio che la pandemia ha messo a dura prova. Ma non ha cancellato. E questo grazie alle tecnologie che hanno permesso di portare avanti i percorsi formativi in una forma non abituale. Grazie alla flessibilità degli insegnanti, che hanno fatto ricorso a una buona dose di creatività e pazienza. Grazie alla disponibilità e al senso di responsabilità di alunni e famiglie che hanno fatto la loro parte per continuare a imparare.
Ma se queste sono le preoccupazioni dei Paesi “ricchi”, non possiamo dimenticarci delle condizioni di tanti Paesi “poveri”, dove spesso i bambini e ancor più le bambine a scuola non possono andarci, perché le scuole proprio non ci sono o sono troppo distanti o i genitori non possono permettersi di mandarceli. O dove i vaccini non sono ancora arrivati.
Se si prospetta in Italia un anno ancora difficile a causa della pandemia, non dobbiamo dimenticare il diritto allo studio e alla salute di chi non riesce ancora ad averlo garantito. Nelle pagine che seguono vi presentiamo alcune richieste di aiuto per le scuole del Congo, del Perù e delle Filippine.
Diamo un aiuto concreto: sosteniamo studenti piccoli e grandi, e i loro insegnanti, in un momento ancor più difficile del solito.



Bambini, tutti a scuola!
scuola Congo
Congo Rd. L'edificio di Kiphene Niolo presenta aulette fatiscenti e la copertura è un colabrodo. La scuolina ha bisogno di un restauro urgente.
scuola Perù
Perù. Alla scuola Ispec di Lluncee non si formano solo insegnanti. Si educano donne capaci di ascoltare il grido del loro popolo. Un aiuto concreto per la loro formazione.
scuola Filippine
Filippine. Ai missionari Canossiani di Tondo Manila il sostegno serve anche per continuare a garantire una formazione culturale, umana e cristiana soprattutto in tempo di Covid.
scuola Burundi
Burundi. Le Suore Dorotee chiedono aiuto per riportare in vita il Liceo Santa Dorotea di Gihiza, unica scuola della provincia centrale di Gitega.

Senegal. I padri Oblati in Senegal vorrebbero aiutare i bambini del villaggio di Ndoffane a essere più presenti a scuola, ma occorre per questo costruire una cucina e una mensa.
cucina della scuola
Ruanda. C'è una scuola in Africa a Ruhengeri dove i cuochi preparano ogni giorno il pranzo, per oltre 1.500 bambini, con attrezzature inadeguate e inquinanti. Aiutiamoli a costruire una cucina nuova.



Scuola: tempo di crescita
Editoriale 2021 di Don Flavio dalla Vecchia.

Il mese di settembre è per tanti ragazzi e giovani una tappa importante: ricomincia la scuola e con essa un tempo impegnativo e arricchente.
Il Covid-19 ha, però, condizionato in modo impressionante l'offerta formativa e permangono tuttora non poche preoccupazioni di poter svolgere con serenità un percorso educativo che, oltre a fornire contenuti e arricchire la mente, consenta di costruire relazioni significative e stimolanti, che aprano la mente e abilitino ad affrontare con responsabilità e consapevolezza i compiti che ciascuno è chiamato ad assolvere entro la società.
Come infatti afferma papa Francesco:
«L'istruzione è una delle vie più efficaci per umanizzare il mondo».
Molto spesso si sente parlare delle carenze del nostro sistema scolastico, nondimeno sappiamo quale ricchezza esso rappresenti, dato che tutti hanno accesso nel nostro Paese all’istruzione.
Non così avviene in tante nazioni e, tra le opere che vedono impegnati missionari e missionarie in tutte le latitudini del mondo, grande rilevanza hanno le scuole, che però in molti contesti vivono solo della generosità dei donatori, si svolgono in strutture inadeguate e sono carenti di materiale didattico.
Non va poi dimenticato che le famiglie di tanti ragazzi e ragazze non sono in grado di affrontare eventuali costi per l'istruzione, come ben sanno coloro che si impegnano nelle adozioni a distanza.
Continuiamo dunque a sostenere le scuole delle Missioni, consapevoli che la ricompensa più grande è la crescita umana e spirituale delle giovani generazioni.




Id progetto: Speciale scuola | Aggiornato il 1 settembre 2021  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed