Cuore amico

Campagna di Natale 2020: Natale si avvicina

Natale si avvicina. Ma non ci sono dubbi che il prossimo sarà profondamente diverso da quelli che abbiamo conosciuto finora. Come lo festeggeremo? Festeggiamolo anzitutto da cristiani, senza dimenticarci di chi è meno fortunato di noi, nei Paesi in cui la Chiesa e i missionari sono sempre impegnati a fianco dei più bisognosi.

Pane per la vita - campagna raccolta fondi Cuore Amico

Natale si avvicina… ma non ci sono dubbi che il prossimo sarà profondamente diverso da quelli che abbiamo conosciuto finora.
Sarà il Natale più strano, incerto e problematico da molti anni a questa parte, quello che vivremo tra poco. L'epidemia di Covid-19 ha sconvolto e rivoluzionato le nostre vite, colpendoci nel corpo e negli affetti, modificando le abitudini, il lavoro, il tempo libero e anche il modo di vivere la fede e di essere comunità cristiana.
Come lo festeggeremo quindi il Natale?
Ecco un suggerimento: festeggiamolo anzitutto da cristiani e nella considerazione che uno dei regali più belli sarà ritrovarsi sereni in famiglia, nella speranza di non dover sottostare a limiti imposti dalle precauzioni sanitarie e di potersi riunire insieme tutti, giovani, meno giovani e anziani. Sarà una festa che farà sentire ancor più del solito ai credenti la gioia e la bellezza di appartenere alla comunità cristiana. Sì, perché la stanchezza, l’ansia, l’insicurezza che hanno segnato i mesi passati a causa della pandemia non possono certo essere cancellati da regali impacchettati e divertimento. Solo la ricerca di senso della festa più bella dell’anno, il Santo Natale, può donarci quella tranquillità dello spirito a cui le difficoltà che stiamo vivendo ci fanno aspirare con intensità ancora più forte.

E poi, naturalmente, festeggiamolo senza dimenticarci di chi è meno fortunato di noi, nei Paesi in cui la Chiesa e i missionari sono sempre impegnati a fianco dei più bisognosi. Se state pensando a regali a parenti e amici, vedete insieme come si possono aiutare anche le persone là dove c'è più bisogno.

Vi proponiamo alcuni progetti che vedono il pane, simbolo di vita, al centro di opportunità di sviluppo sociale e formazione professionale: festeggiamo il Natale donando là dove regnano ancora fame e povertà!!


Condividere il pane perché ci sia vita.
Brasile
Don Roberto CappellettiPadre Roberto Cappelletti
ci chiede un aiuto: «Vogliamo sfamare i bambini e aiutare le famiglie che affrontano molte difficoltà per sostenersi. Ancor più oggi con l'arrivo della pandemia».
Congo Rdc
panetteriaDon Maurizio Canclini
, missionario fidei donum di Milano, con alcuni volontari, gira ogni notte con un'autoambulanza per i quartieri più poveri di Kinshasa per aiutare i ragazzi di strada.

Kazakistan
disabiliSilvia Galbiati
, missionaria laica che opera nella Diocesi di Almaty, vorrebbe organizzare laboratori di formazione per panettieri rivolti a giovani con bisogni speciali, affinché possano acquisire un mestiere che faciliti l'ingresso nel mondo del lavoro.
Camerun
L'Arcidiocesi di Garoua
si vuol far promotrice di una serie di attività economiche nelle quali coinvolgere persone senza fissa dimora. Con un po' di aiuto potranno coltivare il mais e vendere il pane in una panetteria artigianale.






Aggiornato il 23 novembre 2020  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed