Cuore amico

Sfruttamento dei bambini : Le parole di papa Francesco.

Le molte forme di sfruttamento dei bambini al centro di alcune riflessioni di Papa Francesco. E un monito: «Proteggiamo i bambini!»

sfruttamento dei bambini

I bambini sono il futuro della famiglia umana: a tutti noi spetta il compito di favorirne la crescita, la salute e la serenità!

Le parole di papa Francesco:
«Piango quando vedo un bambino sfruttato?»
Da quando papa Francesco è alla guida della Chiesa, facendo quasi eco alle parole di nostro Signore: «lasciate che i bambini vengano a me», non ha mai demorso nel denunciare i crimini contro i più piccoli e condannare coloro che tradiscono i fanciulli rendendoli una “cosa” da sfruttare e commerciare.
Le sue parole sono ancor più dure quando riguardano uomini di Chiesa che dovrebbero invece distinguersi nell'educare, promuovere e difendere l'infanzia, farla crescere e fiorire verso il futuro.
Le sue non sono state solo parole ma anche azioni concrete: ha emanato documenti e promosso incontri e iniziative, come quella tenuta in Vaticano nel 2019 su “La protezione dei minori nella Chiesa”.
Spesse volte il suo pensiero è ricorso a quei bimbi «seppelliti da una cultura che non ama la vita», e a quei bimbi «sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice».

Papa Francesco ha pure chiesto:
«piango quando vedo un bambino affamato, drogato, senza casa, abbandonato, abusato, sfruttato?»
Ma ha anche detto che «nessuno di loro è dimenticato dal Padre che è nei cieli» e che «nessuna delle loro lacrime va perduta!».

Don Gabriele Filippini


Le molte forme di sfruttamento dei bambini
CongoCongo Rdc. Natalina Isella, fondatrice del Centro, è in prima linea nella lotta contro lo sfruttamento dei bambini. Aiutiamola a restituire ai minori i loro diritti.
IndiaIndia. Padre Kishore Raju Bezzam chiede di finanziare gli studi dei bambini poveri ed emarginati della parrocchia di Vutukur, nello Stato dell'Andhra Pradesh.
CileCile. La Comunità di Don Orione nel Centro Esperanza di Rancagua accoglie circa 40 bambini e adolescenti vittime di maltrattamento, violenza fisica e psicologica e aggressione sessuale per aiutarli a superare i traumi subiti.
Repubblica CentrafricanaRepubblica Centrafricana. A Bokaranga, un piccolo villaggio di 16mila abitanti, la missione delle Suore della Carità cerca di dare un futuro ai bambini soldato, vittime senza diritti nel martoriato Paese.
Burkina FasoBurkina Faso. Il camilliano padre Andrea Amendola chiede un sostegno economico per permettere ai giovani poveri di Ouagadougou di proseguire gli studi.


Le molte forme di sfruttamento dei bambini
Dal 2002, per iniziativa dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (Ilo), si tiene la - Giornata mondiale contro il lavoro minorile -, un'occasione per denunciare lo sfruttamento dei bambini. Solo sul lavoro si tratta di milioni di minori.
Il 10 giugno scorso al termine dell’Udienza generale anche il Papa ha fatto sentire la sua voce, invitando le istituzioni a fare ogni sforzo per proteggere i minori: «I bambini» – ha ricordato Francesco - «sono il futuro della famiglia umana: a tutti noi spetta il compito di favorirne la crescita, la salute e la serenità!»
I numeri di questa realtà sono impressionanti. L'Unicef stima che nel mondo lo sfruttamento dei bambini coinvolga oltre 150 milioni di minori fra i 5 e i 14 anni. Anche in Italia, almeno 340.000 ragazzi sotto i 16 anni sono coinvolti in attività lavorative ai limiti dello sfruttamento.
Oggi, accanto a questa piaga antica, vi sono nuove e più crudeli forme di sfruttamento dei bambini. Tra queste la violenza sui minori per fini commerciali (es. espianto di organi), sessuali e militari (la realtà dei bambini soldato).
Solitamente le guerre e disastri naturali peggiorano molto la situazione, impedendo all'istruzione di essere un diritto e una priorità. «Proteggiamo i bambini!»




Id progetto: papa Francesco | Aggiornato il 17 settembre 2020  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed