Cuore amico

Papa Francesco: Le parole di papa Francesco | Vaccino sia luce di speranza

In attesa che i vaccini siano resi disponibili, proponiamo ancora di aiutare alcune fra le zone del mondo dove il Covid-19 miete più vittime. I danni della pandemia non si contano qui solo in termini di morti, ma anche tenendo presenti le crescenti difficoltà della popolazione.

Papa Francesco
Papa Francesco

«Oggi, in questo tempo di oscurità e incertezze per la pandemia, appaiono diverse luci di speranza, come le scoperte dei vaccini» ha detto papa Francesco prima della benedizione Urbi et Orbi nel giorno di Natale. «Ma perché queste luci possano illuminare e portare speranza al mondo intero, devono stare a disposizione di tutti. Non possiamo lasciare che i nazionalismi chiusi ci impediscano di vivere come la vera famiglia umana che siamo. Non possiamo neanche lasciare che il virus dell'individualismo radicale vinca noi e ci renda indifferenti alla sofferenza di altri fratelli e sorelle. Non posso mettere me stesso prima degli altri, mettendo le leggi del mercato e dei brevetti di invenzione sopra le leggi dell’amore e della salute dell'umanità.
Chiedo a tutti: ai responsabili degli Stati, alle imprese, agli organismi internazionali, di promuovere la cooperazione e non la concorrenza, e di cercare una soluzione per tutti: vaccini per tutti, specialmente per i più vulnerabili e bisognosi di tutte le regioni del Pianeta .
Al primo posto, i più vulnerabili e bisognosi! Di fronte a una sfida che non conosce confini, non si possono erigere barriere. Siamo tutti sulla stessa barca. Ogni persona è mio fratello . In ciascuno vedo riflesso il volto di Dio e in quanti soffrono scorgo il Signore che chiede il mio aiuto. Lo vedo nel malato, nel povero, nel disoccupato, nell’emarginato, nel migrante e nel rifugiato: tutti fratelli e sorelle!
»


In attesa che i vaccini siano resi disponibili, proponiamo ancora di aiutare alcune fra le zone del mondo dove il Covid-19 miete più vittime: il nord del Brasile, il Bangladesh e la Guinea-Bissau. I danni della pandemia non si contano qui solo in termini di morti, ma anche tenendo presenti le crescenti difficoltà della popolazione. Tra le vittime principali, i bambini.


Sostieni un progetto missionario

Paesi poveri Brasile
Brasile. Nella lettera da Viseu la missionaria Fidei donum Gabriella Romano ci racconta di un Paese piegato dalla pandemia e dalla fame.


Paesi poveri Bangladesh
Bangladesh. Anche in Bangladesh il Covid fa paura. La situazione è molto preoccupante, non solo per i morti e per la diffusione del contagio, ma anche per la chiusura delle scuole e delle istituzioni educative.


Paesi poveri Guinea Bissau
Guinea Bissau. Le Suore Benedettine della Divina Provvidenza della comunità di Bissalanca, alla periferia di Bissau, chiedono una mano per continuare a distribuire cibo e medicine alle famiglie più disagiate.





Aggiornato il 2 febbraio 2021  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed