Cuore amico

In ricordo di... due coraggiose testimoni

donne scomparse
Lucia Robba e Afra Martinelli

Nel ricordare Lucia Robba e Afra Martinelli, due laiche coraggiose testimoni dell'impegno missionario in Africa le cui vite si sono intrecciate con Cuore Amico, facciamo nostre le parole di papa Francesco:

«Storie come le loro aiutano a capire il senso della missione cristiana, il cui metodo è quello della fiamma condivisa che scalda l'anima».

Ripercorriamo di seguito la loro missione.


Lucia Robba
Lucia Robba

Lucia Robba[Link]
Agli inizi dello scorso febbraio, dopo oltre un anno di sofferenze, è morta Lucia Robba, da molti anni missionaria nella Repubblica Democratica del Congo.Dopo varie esperienze di volontariato in Congo mentre lavorava come infermiera presso l'ospedale di Desio, una volta raggiunta la pensione Lucia si era stabilita nella missione di Kampene collaborando con il saveriano p. Giovanni Querzani [Link] e altri volontari, tra cui l’amica Mariuccia Gorla. Mentre Mariuccia si dedicava all’animazione rurale, Lucia si occupava dell’assistenza sanitaria presso l’ospedale locale.
Grazie alla caparbietà e al coraggio di queste due donne la missione di Kampene è divenuta un punto di riferimento per le necessità di un territorio per anni martoriato dalle guerre. Per questa preziosa testimonianza Lucia nel 2012 aveva ricevuto insieme all’amica Mariuccia il Premio Cuore Amico. [Link]


Afra Martinelli
Afra Martinelli

Afra Martinelli[Link]
Afra morì nel 2013 da martire in Nigeria, per le gravi ferite riportate in una rapina a Ogwashi-Ukwu, una cittadina a 400 chilometri da Lagos dove aveva fondato un istituto, il Centro Regina Mundi, e una scuola di informatica con annesso collegio per ragazzi e ragazze. [Link]
Come ha detto papa Francesco quando l’ha ricordata in occasione della Giornata Missionaria Mondiale del 2013, «Afra ha testimoniato il Vangelo con la vita, con l’opera che ha realizzato».
In occasione del quinto anniversario dalla morte i suoi concittadini hanno voluto darne memoria e, a Ciliverghe di Mazzano (BS), dopo la S. Messa solenne, celebrata dal nostro direttore don Armando, alla presenza del fratello Enrico e di molti amici che per tanti anni l'hanno sostenuta, è stata posta una targa ricordo sulla casa dove Afra è nata e cresciuta. [Link]


Aggiornato il 24 aprile 2019  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink





Iscriviti alla Newsletter

Riceverai ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed