Instagram Telegram Facebook Linkedin Twitter Youtube Feed Sfoglia i progetti con flipboard G+ Newsletter
Cuore Amico Fraternità Onlus

Benin
Adottiamo un letto dell'ospedale

Vogliamo spendere ancora qualche parola sull'opera di Fra Fiorenzo Priuli, medico in Africa da 48 anni, missionario camilliano che da 30 dirige l’ospedale di Tanguiéta nel Benin, in una zona inospitale al confine con vari Stati dell’Africa Occidentale, al servizio della poverissima popolazione.

medico chirurgo
Fra Fiorenzo Priuli

Come sostenere il progetto

Sosteniamo i malati di Tanguièta!
Adottiamo un letto:
per un giorno 15 euro;
per una settimana 105 euro;
per un mese 450 euro.

Dona per questo progetto

Benefici fiscali

ospedale

pazienti

Id progetto:103836 | 1 marzo 2018  di Redazione Cuore Amico email

Fra Fiorenzo Priuli è medico e chirurgo, missionario in Africa da 48 anni. Fa parte dell’Ordine Ospedaliero San Giovanni di Dio - Fatebenefratelli e da 30 dirige l’ospedale di Tanguiéta, nel Benin, in una zona del nord del Paese di difficile accesso e dal clima estremo: caldo torrido e umido alternato a periodi di siccità. Come chirurgo, Fra Fiorenzo è al servizio continuo e instancabile di malati di ben quattro Stati: oltre che dal Benin, all'ospedale giungono pazienti da Togo, Burkina Faso e Niger. L’area dell’ospedale è impervia, i collegamenti difficili, la povertà dilagante. L’Hôpital Frères de St. Jean de Dieu (questo il nome ufficiale dell’Ospedale) conta oggi 415 letti per i ricoveri e per gli interventi chirurgici, ma non si può pensare che la situazione in cui opera sia paragonabile a quella dei nostri ospedali: terribili malattie, da noi sconosciute o quasi, spesso in fase avanzata, come anemia da malaria, tifo, Aids, complicazioni da parto, conseguenze della malnutrizione, rendono l’attività dei sanitari un’impresa sovrumana e disperata. I malati non hanno soldi per pagare neanche il minimo contributo, le medicine vengono date gratis, i parenti spesso non si possono permettere le spese del funerale.
Una delle esigenze più acute dell’ospedale è la necessità di curare i lungodegenti, una situazione che assorbe molte risorse. Per questo fra Fiorenzo lancia ai benefattori di Cuore Amico un’idea innovativa, che ha voluto chiamare “Adotta un letto”. Il motivo è semplice: a causa dei tanti bambini colpiti da malaria e malnutrizione che arrivano all'ospedale in stato di estrema gravità e necessitano di molte trasfusioni di sangue, dei tanti malati di Aids allo stato terminale che necessitano di ospedalizzazione e accompagnamento alla morte, dei malati di tifo con perforazione intestinale che devono essere operati e lasciati con addome aperto, un letto può venire occupato per lungo tempo da un malato, soprattutto se si tratta di un paziente che viene sottoposto a diversi interventi chirurgici che richiedono giorni o settimane di terapie. Per affrontare questi problemi ha chiesto a Cuore amico di adottare un certo numero di posti letto, con un costo di 15 euro al giorno.

Fra Fiorenzo si augura di vedere “adottati” da Cuore Amico 10 letti sui 415 in forze all'ospedale di Tanguiéta. Sarebbe un grande aiuto e un sollievo per l’ospedale e per la possibilità di recupero dei ricoverati!
Cuore Amico vuole continuare a sostenere i malati di fra Fiorenzo anche nel mese di marzo, come impegno per la Quaresima.




Fra Fiorenzo Priuli in visita a Cuore Amico l'11 dicembre 2017 ci ricorda che gli ospedali come il Saint Jean de Dieu di Tanguiéta (Benin) gestito dai Fatebenefratelli, hanno bisogno di essere mantenuti attivi per attuare la mission di curare anche i più poveri.


Come sostenere il progetto

Sosteniamo i malati di Tanguièta!
Adottiamo un letto:
per un giorno 15 euro;
per una settimana 105 euro;
per un mese 450 euro.

Dona per questo progetto con carta di Credito




Traduci la pagina


Fai girare questa notizia



Dona per questo progetto  


Credit Card
Dona con carta di credito


Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter


 

 

 

Inviando questo modulo confermi di aver letto e approvato l'informativa sulla privacy e di permettere l'invio tramite e-mail di materiale informativo inerente esclusivamente le nostre attività istituzionali.

N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione.

- L'ultima Newsletter: maggio 2018 -