Haiti: Grazie per i terremotati di Haiti

Manca tutto nell'isola caraibica che dal 2010 non trova pace. Stiamo vicini ai Padri Camilliani che lavorano duramente per portare aiuti alimentari e sanitari ai villaggi più remoti.

Mamme con bambini
Le mamme ricevono per prime gli aiuti alimentari e i pannolini

Gentili benefattori di Cuore Amico, grazie per il vostro contributo così generoso di 20 mila euro che ci ha permesso di acquistare derrate alimentari e di aiutare tante famiglie di Haiti che, dopo il terribile terremoto del 14 agosto 2021, hanno nuovamente perso casa, coltivazioni e lavoro e si trovano in enormi difficoltà anche a causa della grave situazione sociale di cui è vittima tutta la popolazione.
Dopo le prime scosse, i Religiosi Camilliani presenti in Haiti, non avendo subìto danni fisici e alle strutture, si sono immediatamente attivati per portare soccorsi ai tanti feriti. Nell’ospedale Foyer Saint Camille della capitale Port-au-Prince le sale operatorie hanno lavorato senza interruzione per interventi chirurgici ai feriti, si è provveduto alla distribuzione di farmaci e dove necessario anche di sostegno psicologico.
Nella cittadina di Jérémie, Padre Massimo Miraglio si è adoperato e continua a farlo per aiutare più gente possibile grazie all’organizzazione delle “Cliniche mobili” che, faticosamente, raggiungono i villaggi montani percorrendo strade rese impraticabili da interruzioni e frane.
Tutte le derrate alimentari che abbiamo acquistato con il Vostro contributo sono state consegnate a Padre Erwan a Port au Prince e a Padre Massimo Miraglio a Jérémie che, come nelle foto allegate, le hanno suddivise e distribuite alle famiglie.
La nostra gratitudine nei Vostri confronti è grande perché ci avete consentito di aiutare concretamente tanta gente che faticosamente cerca, nei nostri gesti di conforto, la forza per sperare in un domani migliore.
Un caro saluto.
Padre Antonio Menegon













Bambini poveri Haiti
La popolazione è allo stremo, i bambini in particolare.

Haiti chiede ancora aiuto
Pubblicato a dicembre 2021 | Idp 105305


Padre Massimo Miraglio è un sacerdote Camilliano da 16 anni in missione ad Haiti. Ha dunque seguito da vicino tutte le vicissitudini di questo martoriato Paese che non conosce tregua, sia sotto il profilo economico e sociale, sia dal punto di vista climatico e geografico.
Dopo l'ultimo terremoto che ha sconvolto l'isola di Haiti il 14 agosto e il passaggio della tempesta tropicale Grace, la popolazione è allo stremo. La distribuzione di generi alimentari, kit per l’igiene e per la pulizia, medicine e materiale sanitario, è una priorità assoluta per tutta la comunità dei Padri Camilliani, impegnati ancora oggi dopo mesi, a raggiungere gli sfollati delle zone dell'entroterra rispetto alle città di Las Cayes e Jérémie, i centri più colpiti dal sisma.



Gli Auguri di Padre Massimo Miraglio da Haiti


bambini malnutriti Haiti
Un neonato salvato dalle macerie del terremoto.

Padre Massimo e i confratelli non si scoraggiano e hanno organizzato un servizio di cliniche mobili per cercare di arrivare dappertutto portando aiuti alimentari e sanitari. E questo nonostante le strade, da sempre dissestate, abbiano subìto ulteriori danni con le scosse di terremoto e con le piogge di tempesta, e restino ancora più difficili da percorrere.
«Stare vicino alla gente, mostrare loro il volto di una Chiesa che accoglie e che ama è la testimonianza cristiana più grande che possiamo offrire a questo popolo per aiutarlo ogni giorno e, soprattutto in questo momento di prova». Così si esprime padre Massimo. Le sue parole ci orientino a non voltarci dall’altra parte e ad attivarci per aiutare il missionario a distribuire beni di prima necessità agli haitiani.


Progetto completato. Grazie ai benefattori!

Scegli un altro progetto che ha ancora bisogno di aiuto! Prima pagina »»



Id progetto: 105305 | Aggiornato il 1 marzo 2022  da A. Nascosto email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Haiti

[Idp 104568 del 2 giugno 2021]

sacerdote missionario Padre Gianpietro Carraro
Abbiamo incontrato padre Gianpietro in video conferenza venerdì 16 aprile sulla piattaforma Google Meet. Ecco i risultati della serata!
Progetto: 104568 Link
Haiti

[Idp 105087 del 1 aprile 2021]

donne fragili e ragazze madri Haiti Una casa dove rinascere
Ad Haiti, la più grande isola dei Caraibi, dal 1935 è presente una comunità salesiana che, nell'impegno di evangelizzazione, si prende anche cura delle ragazze bisognose.
Progetto: 105087
Haiti

[Idp 104279 del 1 marzo 2019]

Padre Fulgenzio Cortesi Il nuovo sogno di padre Fulgenzio
Padre Fulgenzio Cortesi ha il sogno di realizzare il “Villaggio della Misericordia” per i bambini orfani e i ragazzi di strada di Haiti. Tre suore sono già pronte a partire per aprire la missione.
Progetto: 104279 Link

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed