Cuore amico

Eritrea: Pianta un albero e non emigrare

Un monastero di monaci cistercensi ha avviato un progetto di rimboschimento per contrastare la desertificazione e dare un lavoro ai giovani.

Eritrea news
Giovani impegnati nella coltivazione dei terreni attorno al monastero in Eritrea

Una delle nazionalità più numerose tra i migranti giunti nel tempo in Italia dall'Africa è formata dagli eritrei. Nonostante il recente accordo di pace tra Eritrea ed Etiopia, questo esodo ininterrotto continua e le motivazioni di base vanno ricercati nella realtà politico-sociale del Paese. Un esempio era la leva militare a tempo indeterminato.
I monaci cistercensi del monastero san Benedetto di Halay, a 25 km dalla capitale Asmara, da un paio di anni hanno iniziato un intervento di rimboschimento e terrazzamento per contrastare la continua e devastante desertificazione ed erosione del terreno, ma anche con lo scopo di occupare tanti giovani che finora, a motivo della guerra, erano costretti al servizio militare.





P. Ghirmai Abraha e p. Andemariam Tesfamariam nel video ci presentano le attività promosse per i giovani dai padri Cistercensi del Monastero di Halay.


I monaci di Halay ci scrivono: «Pur tra le avversità climatiche siamo riusciti a realizzare delle isole di verde e speriamo che siano motivo di stimolo per la popolazione del circondario per fare altrettanto. Da parte nostra siamo pronti a continuare l'esperimento e ad allargare il progetto primitivo. II clima politico, dopo la pace con l'Etiopia sembra positivo per continuare. Con il nostro modesto progetto e con il vostro sostegno, vorremmo far rinascere nei giovani l’amore per il proprio villaggio e renderlo un giardino accogliente, non solo per chi rimane, ma anche per coloro che vogliono tornare».


Id progetto: 104225 | Aggiornato il 1 febbraio 2019  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink


Come sostenere il progetto

Per piantare un albero servono 20 euro

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali




Altre Missioni in eritrea

Eritrea

[Idp 104309 del 1 aprile 2019]

Una bambina eritrea Una scuola materna per un futuro migliore
Le suore Comboniane hanno in Eritrea un progetto basato sullo sviluppo delle scuole materne in quattro diverse località del Paese; una di queste è il villaggio di Embatkalla.
Progetto: 104309 Progetto: 104309
Eritrea

[Idp 104280 del 1 marzo 2019]

bambini scuola di barentu C'è il pozzo mancano pompa, tubi e rubinetti
A Barentu il rapido sviluppo avvenuto negli ultimi dieci anni ha messo in crisi l’acquedotto; l’acqua scarseggia e le suore devono acquistarla per la scuola materna.
Progetto: 104280 Progetto: 104280
Eritrea

[Idp 104072 del 1 ottobre 2018]

eritrea vecchia sala parto Nuovo Reparto maternità
Le Figlie di Sant'Anna dall'Eritrea chiedono una mano per costruire un reparto maternità ad Akrur destinato ad accogliere 600 gestanti e 100 bambini l'anno.
Progetto: 104072 Progetto: 104072

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed