Ecuador: Emergenza alluvione

Forti piogge hanno causato inondazioni e gravi danni in Ecuador, colpendo la popolazione più povera che si trova in forte difficoltà economica.

missionario laico
Giuseppe "Bepi" Tonello

Il 31 gennaio scorso un'alluvione ha devastato tre quartieri della zona nordoccidentale di Quito, la capitale dell'Ecuador: morti, feriti, dispersi, case distrutte, servizi di luce, acqua e telefono interrotti, fango alto fino a tre metri in alcune aree.
Precipitazioni eccezionali si sono verificate anche in altre parti del Paese, causando distruzioni in territori già fragili e con una popolazione in fase di difficile crescita economica e sociale. Cerca di alleviare questa situazione di gravissimo disagio che colpisce le comunità più deboli e fragili il Fepp, “Fondo Ecuadoriano Populorum Progressio”, uno dei maggiori enti con finalità sociali del Paese, nato nel 1970 su ispirazione dell'Enciclica di Papa Paolo VI. Il Fepp, grazie all’impegno di Bepi Tonello, interviene per aiutare tante famiglie dei villaggi che hanno perso casa, animali, coltivazioni, attrezzi per lavorare, ecc.


emergenza alluvione
I danni dell'alluvione

Molte comunità rurali sono rimaste isolate per la caduta di ponti e l'interruzione delle strade. Vari piccoli acquedotti, che lo stesso Fepp aveva aiutato a costruire, sono bloccati dal fango e c’è scarsità di acqua potabile.
Perdite economiche
Oltre ai danni materiali, ci sono le perdite economiche, specialmente per le comunità indigene delle zone montane a quote più elevate (Yakuchaki, ad esempio, è a quasi 3mila metri sul livello del mare), che si trovano in grande difficoltà perché non riescono più a fare arrivare a destinazione i loro prodotti agricoli: non possono vendere quotidianamente il latte a causa dell’interruzione delle strade, mentre ogni settimana rimangono invendute, per l'impossibilità di effettuare consegne, frutta, banane, cacao e animali da cortile, il che permetteva alle famiglie di comprare cibo per integrare la loro dieta. A causa dell'alluvione, molte di esse hanno perso bovini da carne e da latte, maiali, pollame, anatre e hanno visto distrutte le loro coltivazioni, i pascoli, i bananeti, le piante di cacao e gli alberi da frutta, vedendo così gravemente ridotta la possibilità di ricavare un reddito dal loro lavoro.
Un intervento coordinato
In collaborazione con la Chiesa Ecuadoriana e con la Caritas, il Fepp sta raccogliendo aiuti per la popolazione di Quito e delle zone rurali e montane, dove più urgente è l’aiuto umanitario di emergenza: cibo, acqua pulita, medicine, coperte, attrezzi (badili, picconi, asce, ecc.) mascherine e alcol per prevenire i contagi, ecc.
Il Fepp opera sul territorio con persone capaci, motivate, oneste e rispettose dei poveri, concordando i suoi interventi con i dirigenti locali e anche, quando possibile, con le autorità cantonali e provinciali.


Come sostenere questo progetto

Possiamo offrire a una famiglia: Coperte (10 euro); kit per l'igiene personale (20 euro); pacco viveri (40 euro); medicinali (100 euro); attrezzi per coltivare (200 euro)

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 105437 | Aggiornato il 21 marzo 2022  da F. Tagliaferri email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Ecuador

[Idp 105473 del 24 maggio 2022]

Lavatoio in cemento Acqua potabile per i campesinos
Peppo e Adriana Piovanelli, missionari laici in Ecuador, vorrebbero far giungere l’acqua potabile in alcune casette situate a oltre 3.200 metri d'altezza.
Progetto: 105473 Progetto: 105473 Link
Ecuador

[Idp 105359 del 24 gennaio 2022]

In memoria Un ospedale delle Ande cerca aiuto
L'Ospedale di Zumbahua si trova in una zona isolata delle Ande, tra 3.400 e 4.100 metri di altezza. Ha bisogno urgente di una barella auto caricante e di due congelatori.
Progetto: 105359
Ecuador

[Idp 105340 del 22 dicembre 2021]

Ragazzi disabili in Ecuador Conosci e ricerca le tue competenze
È questo l'invito che padre Jaime Álvarez Benjumea, sacerdote della Diocesi di Riobamba, rivolge ai disabili che accoglie nel Centro Comunitario Jesus Resucitado, da lui fondato nel 1993, in una piccola struttura ricevuta in dono.
Progetto: 105340

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed