Congo Rd: Al fianco dei pigmei

Formare una donna significa formare l'intero villaggio. Per questo le Suore Comboniane vogliono realizzare per loro attività di sviluppo.

Donna e bambini pigmei
I pigmei vivono di ciò che trovano nella foresta

Nel nord del Congo, provincia di Haut-Uélé, si trova una comunità di 1.200 pigmei che vivono in 29 villaggi. Sono circondati dalla foresta e completamente isolati a causa della mancanza di infrastrutture stradali e di mezzi di comunicazione. Per raggiungere le città più vicine bisogna percorrere centinaia di chilometri in moto, in bici o a piedi.
«I pigmei vivono di ciò che trovano nella foresta: sono cacciatori, pescatori e raccoglitori. Non fanno scorta e non hanno la tendenza a risparmiare o accumulare risorse quando necessario. La foresta costituisce la loro principale fonte di sostentamento e, quando hanno bisogno di denaro, non conoscendone il valore vengono sfruttati con lavori precari e mal pagati. Le famiglie pigmee sono tutte in queste condizioni. Sono quindi molto vulnerabili, soprattutto se devono affrontare spese necessarie».


bambini poveri pigmei
Perché tutti imparino a leggere e scrivere

Suor Lucy Wambua, giovane religiosa dedita allo sviluppo di questo popolo, è determinata a combattere insieme ai suoi pigmei le sfide che ne impediscono lo sviluppo, cercando di sensibilizzarli ai cambiamenti che la globalizzazione del territorio in cui vivono porta con sé.
Per questo, dopo aver studiato la situazione, con le altre suore della comunità comboniana vuole attuare attività formative che coinvolgano soprattutto le donne che godono, nella società pigmea, di grande considerazione.


Donne pigmee

La Suora ci fa sapere ancora:
«Perché tutti imparino a leggere e scrivere e abbiano maggiore conoscenza dei propri diritti, bisogna organizzare corsi di alfabetizzazione. Inoltre corsi di educazione sanitaria perché le donne possano avere maggiore igiene e cura dei loro bambini.
Cerchiamo poi di coltivare insieme dei campi cosicché possano nutrirsi meglio.
Per quanto riguarda l’abbigliamento, vorremmo insegnare a cucire vestiti a donne e ragazze. Potranno poi rivenderli ricavandone un piccolo contributo in denaro o scambiandoli con i prodotti della foresta. Aiuteremo i villaggi a costruire case sostenibili che non abbiano tetti di foglie di kola e muri fatti con rami ricoperti di fango. Anche perché, oltre a essere poco igieniche e precarie (durano al massimo due anni), contribuiscono alla deforestazione, con gravi danni per l’ambiente in cui vivono.
Per tale motivo vi chiediamo un sostegno che ci servirà per acquistare sementi e attrezzature agricole, tessuti, sapone e prodotti di igiene da distribuire nei villaggi, oltre che a un aiuto per coprire i costi della formazione
».
È un programma diversificato e pieno di ambizione, ma confidiamo che serva alle donne per prendere coscienza dei loro diritti e faccia da motore di uno sviluppo di cui hanno bisogno.


Come sostenere questo progetto

Possiamo donare: Kit prodotti igienici (15 euro a persona); Sementi (80 euro); 50 attrezzi agricoli (100 euro); Tessuti, aghi e fili (400 euro); Per inviare un formatore itinerante (200 euro)

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 105278 | Aggiornato il 22 dicembre 2021  da A. Nascosto email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Congo Rd

[Idp 105262 del 25 ottobre 2021]

Volontaria in Congo Nuovi strumenti per la radiologia
Nonostante le difficoltà finanziarie, l’ospedale della Comunità Focolarina locale offre cure gratuite alla popolazione. Ora servirebbe un apparecchio per la radiologia.
Progetto: 105262 Progetto: 105262
Congo Rd

[Idp 105198 del 23 agosto 2021]

Sacerdote del Congo Un tetto per la scuola
L'edificio di Kiphene Niolo presenta aulette fatiscenti e la copertura è un colabrodo. Anche muri e pavimenti hanno bisogno di un restauro urgente. L'appello di padre Crispin.
Progetto: 105198
Congo Rd

[Idp 105065 del 1 giugno 2021]

bambino albino in Congo Contro la superstizione
La Diocesi di Kisangani chiede aiuto per poter garantire assistenza e istruzione ai bambini albini africani, gravemente discriminati.
Progetto: 105065

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed