Congo Rd: Fotovoltaico e farmacia per l'ospedale Mère Lucie

Lo chiedono le Suore Domenicane Missionarie della Famiglia, che operano nella città di Isiro, nell'area nord-orientale di un Paese che, a causa di guerre infinite, non riesce a garantire una sanità degna di questo nome.

mamma con neonato
Un bimbo appena nato nel reparto maternità dell'ospedale

Nonostante il processo di democratizzazione, la Repubblica Democratica del Congo vive in uno stato di caos, reso evidente dalle terribili condizioni sociali della popolazione e dalla mancanza di assistenza sanitaria. Il Centro ospedaliero Mère Lucie, voluto dalle Suore Domenicane Missionarie della Famiglia, è situato a otto chilometri della città di Isiro, nella provincia dell'Alto Uele, area nord-orientale del Congo.
«Viviamo una crisi rafforzata da ripetute guerre nella parte orientale del Paese, nonché dalla presenza di forze esterne sudanesi e ugandesi che hanno fatto precipitare il Paese in una situazione indescrivibile dal punto di vista sanitario. Con il colpo di grazia della pandemia da Covid-19». A parlare è suor Marguerite Mapitay Mbenze, medico responsabile del centro ospedaliero gestito dalla sua congregazione.


Donne in ospedale

È necessario permettere all'ospedale Mère Lucie di continuare a svolgere al meglio la sua attività.

Suor Marguerite concentra il suo appello intorno a tre “bisogni” particolari.
Il primo è dotare il centro ospedaliero di pannelli fotovoltaici, per ridurre la dipendenza dall’uso di carburante necessario per i generatori. «L'installazione dei pannelli è cruciale per la vita dell'ospedale e per avviare altre attività che richiedono l'utilizzo di corrente elettrica».
Suor Marguerite chiede, inoltre, un aiuto per l’acquisto di reagenti per il laboratorio di analisi, soprattutto per lottare contro le malattie endemiche, parassitarie e microbiche.
Infine, le suore vorrebbero avviare una piccola farmacia, per migliorare le condizioni sociosanitarie della popolazione della città, salvare vite umane e contribuire al benessere della popolazione di tutta la provincia. Un piccolo, grande contributo anche per rafforzare la democrazia.


Come sostenere questo progetto

Per l'impianto solare possiamo offrire: un pannello solare (300 euro; ne servono 5); una batteria (280 euro; ne servono 3); un convertitore con regolatore (500 euro; ne servono 3)
Per i laboratori analisi e la farmacia doniamo: Kit di reagenti di laboratorio (600 euro); una centrifuga (400 euro); un microscopio binoculare (300 euro); carrello in metallo (200 euro); scatola di aghi (10 euro)

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 105457 | Aggiornato il 26 aprile 2022  da P. Ferrari email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Congo Rd

[Idp 105475 del 24 maggio 2022]

Bambini del Congo Maialini per gli orfani

Progetto: 105475 Progetto: 105475
Congo Rd

[Idp 10527 del 25 febbraio 2022]

missionaria in Congo Si lotta per studiare
«Rita Levi Montalcini, che ho conosciuto a Verona nel 1992, mi aveva aiutato a far studiare le donne africane. Lei continua a vivere nella determinazione delle mie studentesse.» (Chiara Castellani)
Progetto: 10527 Progetto: 10527
Congo Rd

[Idp 104879 del 25 febbraio 2022]

Mamma con bambino in reparto Il cuore e i suoi dolori
L'ospedale Nostra Signora della Consolata a Neisu ci chiede ancora un aiuto per curare i numerosi malati cardiopatici ricoverati.
Progetto: 104879 Progetto: 104879

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Feed