Cuore amico

Premio Cuore Amico 2020: Gabriele Lonardi

Premio Cuore Amico 2020 al dott. Gabriele Lonardi, medico missionario laico attivo tra la popolazione degli indios del Brasile.

missionari in Brasile
Gabriele Lonardi, premio Cuore Amico 2020, medico missionario in Brasile.

A volte pare poco credibile che nella nostra società così avanzata e immersa nella tecnologia possano ancora esistere intere comunità di indios che vivono su palafitte o dentro capanne di frasche nel folto della foresta. Salgono alla ribalta della cronaca solo quando brucia un pezzo di Amazzonia o quando tragiche epidemie le rendono vittime privilegiate.
C'è però qualcuno che si occupa della loro salute: è il dott. Gabriele Lonardi, medico italiano partito quasi quarant'anni fa per il Brasile per fare il servizio civile al posto di quello militare [Link].
È ancora là, dove svolge la sua missione di medico tra gli indios e gli ammalati di lebbra, convinto che ogni uomo abbia diritto alla sua dignità e alla salute.




Gabriele Lonardi, premio Cuore Amico 2020, medico missionario in Brasile. Ritira il fratello Giovanni.


La missione del dott. Gabriele
Per raggiungere i suoi pazienti, gli indios Suruwahá, impiega da quindici a venti giorni. Dipende dallo stato dei fiumi. È così che Gabriele Lonardi, medico veronese con laurea a Padova e specializzazione in malattie tropicali a Lisbona, esercita la sua professione.
Andò in Brasile nel 1980 per un progetto di cooperazione gestito da una Organizzazione Non Governativa ng padovana. Lavorò nell'Espírito Santo e poi nel Piauí, al nord-est.
uando ci fu la possibilità di recarsi nell’Amazzonia più profonda accettò di trasferirsi a Lábrea, all’estremo opposto del Brasile. Sono anni che Lonardi compie così lunghe trasferte in queste terre remote e inaccessibili, per occuparsi della salute di popolazioni che sono ferme a forme di vita ancora primitive.
Cura malaria, tubercolosi, anemie, filariosi, lebbra, verminosi che distruggono soprattutto i bambini. Le peggiori malattie tropicali qui proliferano tutte, trasmesse dagli insetti e aggravate dal clima, dall'igiene inesistente, dalla mancanza di medicine e di ospedali.
Di sé dice: «Ho seguito semplicemente il messaggio contenuto nella Enciclica Populorum Progressio di San Paolo VI che invitava la Chiesa a seguire il grido dei poveri e mettersi a disposizione, esortando i laici a un impegno personale. Gli indios sono esseri umani come noi e anche loro hanno diritto alla salute. Se la vita quasi casualmente mi ha portato da loro, come medico ho il dovere di prendermene cura. E qui mi sento davvero utile, agli altri e a me stesso».

Gli altri missionari premiati nel 2020
Padre Rinaldo Do
Rinaldo DoRepubblica Dem. del Congo.
In circa trent'anni di missione ha percorso il Paese in lungo e in largo occupandosi sempre dei più poveri.
Suor Caterina Gasparotto
Caterina GasparottoPapua Nuova Guinea.
Partita da Marostica alla volta dell'Oceania si trova a Bereina da sette anni. Dove non c'era nulla, insieme alle sue consorelle, ha costruito una nuova missione.
Suor Celuta da Cunha Teles
Suor CelutaBrasile.
La storia di questa suora è legata a doppio filo alle attività benefiche dell'Associazione Carlo Marchini.



Come sostenere questo progetto

Dona ora conCredit Card | Altri modi per donare | Benefici fiscali



Id progetto: 104896 | Aggiornato il 29 settembre 2020  da Redazione Cuore Amico email | modifica | permalink



Altre Missioni in questo Paese

Brasile

[Idp 104912 del 22 novembre 2020]

dare la merenda ai bambini poveri brasile Pane per merenda
Torniamo a descrivere la realtà di São Gabriel da Cachoeira nell´estremo nord-ovest del Brasile, alla frontiera con Colombia e Venezuela. Tanti sono i problemi per chi vive qui, nonostante la forte volontà di aiuto dei padri Salesiani.
Progetto: 104912 Progetto: 104912
Premio Carlo Marchini 2020

[Idp 104897 del 28 settembre 2020]

missionaria in Brasile Suor Celuta da Cunha Teles
Premio Carlo Marchini 2020 a suor Celuta da Cunha Teles, suora salesiana missionaria in Brasile
Progetto: 104897 Progetto: 104897 Link
Brasile

[Idp 104911 del 16 settembre 2020]

missionario in Brasile Acqua per Lixão
Don Roberto Cappelletti chiede un contributo per costruire un pozzo che garantisca acqua potabile al villaggio indigeno di Quilometro 7, nell'Amazonas.
Progetto: 104911 Progetto: 104911 Link

Iscrizione alla Newsletter

Per ricevere ogni mese la rivista in pdf con le notizie sui progetti che sosteniamo in tutto il mondo.

 
Ho letto e approvato l'informativa sulla privacy e autorizzo l'Associazione Cuore Amico Fraternità Onlus al trattamento dei dati personali per l'invio di comunicazioni inerenti esclusivamente le attività istituzionali. N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione alla newsletter.

Youtube Instagram Facebook Twitter Linkedin Telegram Sfoglia i progetti con flipboard Feed