Telegram Facebook Linkedin Twitter Youtube Feed Sfoglia i progetti con flipboard G+ Newsletter
Cuore Amico Fraternità Onlus

Speciale
Diritto di rimanere nella propria terra


1 aprile 2017  di Redazione Cuore Amico email

«Salvare l’Africa con l’Africa», era il motto di San Daniele Comboni (1831-1881) per evangelizzare quel Continente.
Allargando oggi la riflessione alla promozione sociale, gli africani vanno aiutati in modo che siano loro stessi gli artefici del proprio sviluppo, tenendo conto delle tradizioni, della cultura e delle proprie radici. Papa Francesco ribadisce: «Lo sviluppo, secondo la dottrina sociale della Chiesa, è un diritto innegabile di ogni essere umano. Come tale, deve essere garantito assicurandone le condizioni necessarie per l’esercizio, dando a tutti un equo accesso ai beni fondamentali e offrendo possibilità di scelta e di crescita». E ancora: «Deve essere garantito il diritto di non dover emigrare, ossia il diritto di trovare in patria condizioni che permettano una dignitosa realizzazione dell’esistenza. A tal fine vanno incoraggiati programmi di sviluppo». Sulla scia di questo invito del pontefice, Cuore Amico propone nelle pagine seguenti alcuni progetti produttivi a favore di Burundi, Zambia, Repubblica Democratica del Congo.
Sostenendo queste iniziative di sviluppo si vuol superare il vociare sguaiato, e nulla più, di chi continua a dire: «Restino dove sono». Anche noi, se vogliamo, possiamo contribuire a «Salvare l’Africa con l’Africa».


«Il diritto di rimanere nella propria terra» (papa Francesco)

Images
Burundi. Un mulino per ricominciare
Images
Zambia. I frutti della terra
Images
Rep. Dem del Congo. All'ombra di un albero di mango







Traduci la pagina


Fai girare questa notizia



Sostieni Cuore Amico  


Credit Card
Dona con carta di credito


Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter


 

 

 

Inviando questo modulo confermi di aver letto e approvato l'informativa sulla privacy e di permettere l'invio tramite e-mail di materiale informativo inerente esclusivamente le nostre attività istituzionali.

N. B. Riceverai una e-mail di verifica con un link da attivare per confermare l'iscrizione.

- L'ultima Newsletter: settembre 2017 -